Logo Scopri La Sicilia
image_pdfimage_print

1° Giorno: Trapani / Erice

Mattina. Sistemazione in Bus GT e partenza per Trapani. Arrivo in Hotel, sistemazione nelle camere riservate. Pranzo libero. Nel pomeriggio incontro con la guida e partenza per Erice. La visita comincia da Porta Trapani, si percorreranno le vie principali alla scoperta delle chicche della tradizione dolciaria “muntise” (del monte) e photo contest alla ricerca dei capolavori di street art disseminati nel centro storico ed opera di artisti straordinari. Visita facoltativa della Chiesa Madre di Erice (1,50 euro per pax, tariffa gruppo minimo 15 partecipanti), scherzosamente chiamata dalla guida “la Matrice di panna” per le decorazioni in stucco che la decorano e movimentano dall’interno. Proseguimento per Trapani. Rientro in Hotel, cena libera, Pernottamento.

2° Giorno: Trapani

Dopo la prima colazione, sistemazione in Bus GT e partenza per la visita guidata delle riserva delle saline. Proseguimento per Nubia (fraz. di Trapani) per la divertente visita guidata del Museo del sale, all’interno sono presenti antichi attrezzi utilizzati per l’estrazione del sale, caratterizzato anche da antichi mulini a vento. Pranzo libero. Di sale e di mare: Tour alla scoperta dei racconti e delle leggende di Trapani, terra tra due mari, con lo scroscio delle onde del mare in sottofondo. Mestieri, Congregazioni e folklore: i “Misteri” di Trapani e la loro storia. Sbirceremo dalla Chiesa del Purgatorio (offerta libera di 1 euro pax suggerita) queste colossali statue che rappresentano la Passione di Cristo, cuore pulsante di una tradizione centenaria. Come la città di Trapani si svela ai nostri occhi? Percorreremo le strade dalla città nuova fino al cuore della città vecchia: un percorso che si snoda nelle viuzze che portano alle mura di Tramontana, con la sua passeggiata panoramica e attraverseremo la Via Botteghelle, con i suoi pescatori che in bella vista lavorano le reti. E se ad uno di essi chiedessimo di raccontarci il suo lavoro? Rientro in Hotel, cena libera, Pernottamento.

3° Giorno: Marsala / Mozia

Dopo la Prima colazione, partenza per la visita guidata di Marsala, storica città conosciuta per lo sbarco dei Mille, per il vino, il sale e i suoi mulini. Giubbe rosse e conquiste dal mare” Tour che si snoda per le vie del centro storico di Marsala alla scoperta delle avventurose vicende di Garibaldi e dei 1000 al suo seguito. Visita del complesso di S. Pietro della sezione Garibaldina e della sezione “folklore” con cenni sulla tradizione delle “Veroniche” festa popolare che si svolge la settimana di Pasqua, dalla forte valenza rappresentativa. Successivamente si visiterà una nota cantina, con degustazione di 3 marsala accompagnati da piccoli abbinamenti gastronomici. Pranzo libero. Proseguiamo alla scoperta dell’isola di Mozia, un museo a cielo aperto, dove, con l’ausilio di una mappa, inizieremo una caccia al tesoro per trovare insieme i luoghi più importanti della comunità fenicia che vi abitava. Saranno svelati i segreti dell’Isola, da molti chiamata l’Atlantide siciliana, con i luoghi di produzione e le aree sacre, ricchi di indicibili curiosità e misteri. Dopo la visita si svolgerà, con la barca in esclusiva, il tour guidato della laguna con aperitivo al tramonto, dalle saline alla strada Fenicia sommersa. La circumnavigazione comprende vista panoramica sulla riserva dello Stagnone e delle 4 isole che la caratterizzano (isola di Scuola, isola Lunga, Isola di Santa Maria e l’isola di Mozia); (l’aperitivo comprende: noccioline, patatine, arachidi, arancinette, pizzettine e vino bianco in bottiglia prodotto da una cantina locale (durata del tour della laguna 1 ora). Rientro in Hotel, cena libera, Pernottamento.

4° Giorno: Palermo / Monreale

Dopo la Prima Colazione, sistemazione in Pullman GT e partenza per Palermo. Questa giornata propone la scoperta delle due città normanne Palermo e Monreale, evidenziandone gli aspetti curiosi e insoliti. Arrivo a Piazza Indipendenza incontro con la guida e inizio del percorso in modalità walking tour. La visita guidata ha inizio con Porta Nuova, l’antica entrata della città, percorrendo il Cassaro si raggiungerà la Cattedrale che vanta, fra le parti normanne, l’abside esterna sul lato orientale, in cui non manca un tocco arabo orientaleggiante vivacizzato da tarsie laviche ed archetti intrecciati. All’interno da segnalare: meridiana pavimentale con i segni zodiacali, cappella di Santa Rosalia (santa patrona che liberò Palermo dalla peste), cappella del Santissimo Sacramento in lapislazzuli, tomba di Padre Pino Puglisi. (costo extra Tetti, Tombe, Cripta, Tesori, sotterranei e absidi). Proseguendo per il Cassaro si raggiungerà Piazza Bologni, prende la denominazione dalla famiglia Beccadelli Bologna, una famiglia che, per le sue innumerevoli proprietà e ricchezze, mutò il cognome dal singolare al plurale; al centro della piazza campeggia la statua di Carlo V. Seguono i 4 Canti chiamati anche Teatro del Sole, perché durante i giorni di sole almeno due dei quattro canti sono illuminati dai raggi solari, rappresenta il cuore della città, Piazza Pretoria dove ha sede il Palazzo delle Aquile, chiamata anche Piazza della Vergogna per la presenza di statue che si presentano scoperte di fronte a due Chiese Cristiane, Piazza Bellini o “antico piano di San Cataldo”, in età medievale, il centro civico della città. Su questa piazza prospettano: la Chiesa di San Cataldo, la Chiesa della Martorana e il Complesso conventuale di Santa Caterina. Qui si vedranno il chiostro e la dolceria dove è ripresa la tradizione di preparare dolci conventuali, tra cui la “frutta Martorana”, i cannoli e le paste di mandorla e pistacchio. A seguire si raggiungerà Piazza Verdi per la visita dell’esterno del Teatro Massimo, terzo teatro per grandezza d’Europa. La facciata è preceduta da un’imponente scalinata, ai lati della quale sono posti due leoni in bronzo, sormontati dalle figure che rappresentano la Tragedia e la Lirica. Il tour si concluderà con la visita del mercato del Capo tra i piu’ antichi di Palermo, simile ad un souk arabo una visita tra i sapori, i colori, i suoni e i rumori di una Palermo multietnica e suggestiva. Durante la visita si potranno degustare i prodotti tipici dello street food locale: le arancine grandi, classiche panelle di ceci fritte, le crocchette di patate, la caponata, lo sfincione e la pasta tipica, inclusa l’acqua. (bevande come extra), sicuramente non deluderà il vostro palato. Pranzo libero. Il tour proseguirà con la scoperta di Monreale; visita della Cattedrale, espressione più alta del melting pot di culture propria del tempo, vanta 6400 mq di mosaico. E’ annesso il Chiostro dei Benedettini, sembrerà di essere catapultati in Alhambra, luogo di meditazione e refrigerio per i monaci. Si proseguirà con la passeggiata al belvedere, dove si potrà ammirare un panorama mozzafiato. Arrivo in Hotel 4 stelle zona centralissima, sistemazione nelle camere riservate. Cena in trattoria tipica, con un menù composto da: antipasto, un primo, un secondo con contorno, acqua minerale, vino e amaro. Rientro in Hotel, pernottamento.

5° Giorno: Aspra / Bagheria

Dopo la Prima colazione, sistemazione in Pullman GT e partenza per Aspra, piccola borgata marinara situata alle porte di Bagheria, per visitare il Museo delle acciughe. L’istituzione del “Museo dell’Acciuga”, è un riconoscimento a questo piccolo pesce che ha regalato e continua a regalare ad Aspra una grande popolarità nel mondo. Il Museo è nato con lo scopo di cercare di recuperare e difendere la tradizione della conservazione dell’acciuga salata, grazie ad un’accurata ricerca di materiale e documenti storici. All’interno del Museo, una mostra fotografica, dal titolo “Immagini di vita nel tempo”, ci restituisce un frammento della storia di Aspra e delle sue tradizioni marinare. Vi aspetterà una piacevole sorpresa che ricorderete per sempre. Seguirà la degustazione dello Sfincione Bagherese con bevande, acqua e coca-cola. Al termine si proseguirà per Bagheria, città di circa 50,000 abitanti, definita città delle Ville per la loro notevole importanza, conosciuta anche per il celebre film “Baaria” del regista Giuseppe Tornatore che qui ha vissuto la sua infanzia. Il tour inizierà con la visita di “Villa Cattolica” edificata nel 1736 dal principe di Cattolica Eraclea, Francesco Bonanno. Nel 1973 Renato Guttuso donò molte sue opere al comune di Bagheria che creò all’interno del piano nobile della villa un museo a lui dedicato. Il Comune acquisì definitivamente la villa nel 1988 e due anni dopo, posizionò al suo interno un sarcofago monumentale per ospitare le spoglie del pittore, trasformandola ufficialmente nel Museo Renato Guttuso. Fine dei nostri servizi.

Programma modificabile e quotazione su richiesta sia per individuali che per gruppi

N.B.: In merito agli orari di arrivo dei partecipanti il programma potrebbe subire variazioni.